Puglia: verso una legge regionale sull’economia circolare
Programmata una serie di incontri sul territorio per avviare un percorso condiviso con istituzioni, imprese e cittadini, che confluisca nella costruzione partecipata di un disegno di legge sull'economia circolare in Puglia.
Data: 20/11/2017

L'Assessorato regionale alla Qualità dell'Ambiente - Ciclo rifiuti e bonifiche, Rischio industriale, Ecologia, Vigilanza ambientale, in sinergia con l'Agenzia Territoriale della Regione Puglia per la gestione del ciclo dei rifiuti (AGER), ha programmato una serie di incontri sul territorio per avviare un percorso condiviso con istituzioni, imprese e cittadini, che confluisca nella costruzione partecipata di un disegno di legge sull'economia circolare in Puglia. 

L’iniziativa nasce dalla convinzione che una legge sull’economia circolare, finora assente dal quadro normativo regionale, rappresenti un tassello fondamentale per porre fondamenta solide al nuovo Piano Regionale dei Rifiuti e più in generale a una nuova e virtuosa programmazione della gestione dei rifiuti, trasformando gli stessi in una risorsa. 

Il commissario AGER, Gianfranco Grandaliano, ha affermato che “si sta lavorando per mettere in campo concretamente le risorse disponibili a dotare la Puglia di un'impiantistica pubblica che possa chiudere il ciclo dei rifiuti. Condividere il disegno di legge sull'economia circolare con i cittadini significa renderli partecipi di un percorso nuovo, in cui le norme di riferimento incrociano le esigenze dei territori, per dar vita a una programmazione che ridisegni la filiera dei rifiuti trasformandola in volano per la creazione di vantaggio competitivo e di crescita sostenibile". 

Segue il calendario delle tappe provinciali previste: 30 novembre 2017, Provincia di Barletta-Andria-Trani; 4 dicembre, Provincia di Taranto; 6 dicembre, Provincia di Lecce; 11 dicembre, Provincia di Brindisi; 13 dicembre, Provincia di Foggia; 15 dicembre, Provincia di Bari. 

Fonte: Regione Puglia

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.